Polistirolo e Polistirene

Polistirolo e Polistirene Espanso: Due nomi un solo materiale

La terminologia può spesso generare confusione, come dimostrato dai termini “polistirolo” e “polistirene”, comunemente abbreviati in EPS. Nonostante le differenze apparenti nei nomi, entrambi si riferiscono allo stesso materiale, un polimero sintetico utilizzato in un’ampia gamma di applicazioni. Questi termini vengono talvolta confusi con il polistirene estruso, noto come XPS, che è un altro tipo di polistirene con un processo di produzione differente, pur essendo impiegato in contesti simili all’EPS.

Polistirolo Vs Polistirene: Una Distinzione inesistente

Il polistirolo, noto anche come polistirene espanso, è un materiale plastico ottenuto dalla polimerizzazione dello stirene, una sostanza chimica derivata dal petrolio. La formula molecolare dello stirene è C8H8, e la sua polimerizzazione produce una struttura solida che può essere espansa per creare il polistirolo.

Il Processo di espansione

La trasformazione dello stirene in polistirolo avviene attraverso un processo di espansione. I granuli solidi di polistirene vengono esposti al vapore acqueo a temperature superiori ai 90 gradi Celsius. Questo calore attiva il pentano presente nei granuli, che si espande e aumenta il volume del materiale fino a 20-25 volte la sua dimensione originale. Il risultato è un materiale leggero ma resistente, con proprietà isolanti notevoli.

Caratteristiche e proprietà

Le perle di polistirolo risultanti hanno densità che variano da 15 a 40 kg/m³. Questa espansione crea all’interno dei granuli una struttura a celle chiuse, che imprigiona l’aria e fornisce l’isolamento termico eccellente che rende il polistirolo un materiale altamente performante nel settore dell’ isolamento termico, dell’imballaggio, dell’edilizia.

Il Processo di sinterizzazione

Dopo l’espansione, le perle di polistirolo subiscono un processo chiamato sinterizzazione. In questa fase, le perle sono nuovamente esposte al vapore acqueo, il quale le fa aderire strettamente l’una all’altra all’interno di uno stampo. Questo processo produce il prodotto finito di polistirolo, che troviamo in vari oggetti di uso quotidiano, dagli imballaggi protettivi ai componenti isolanti per l’edilizia.

Proprietà termiche del polistirolo

Il polistirolo espanso (EPS) è rinomato per le sue impressionanti proprietà di isolamento termico. Questa capacità è dovuta alla sua struttura cellulare unica, composta da migliaia di piccole celle d’aria chiuse. Questa struttura intrappola l’aria, riducendo significativamente il flusso di calore attraverso il materiale. Il valore di conducibilità termica (lambda) dell’EPS è generalmente basso, variando tra 0,031 e 0,040 W/(m·K), il che significa che offre un’eccellente resistenza al passaggio del calore.

Polistirolo espanso e polistirene estruso: Confronto e vantaggi

Il polistirolo (EPS) e il polistirene estruso (XPS) sono due materiali ampiamente utilizzati nell’edilizia, nell’imballaggio e in molte altre applicazioni, principalmente per le loro eccellenti proprietà isolanti. Sebbene entrambi derivino dallo stirene, presentano differenze significative in termini di struttura, proprietà termiche e applicazioni.

Vantaggi del polistirolo espanso
Conducibilità termica costante: Il polistirolo espanso (EPS) mantiene una conducibilità termica costante, a differenza del polistirene estruso (XPS), il cui valore di conducibilità peggiora aumentando lo spessore. Questo è cruciale per spessori oltre i 4-5 cm, rendendo l’EPS più affidabile per un isolamento efficace e costante nel tempo. Inoltre, l’EPS offre un miglior rapporto costo-prestazione, particolarmente vantaggioso in applicazioni di isolamento a spessori maggiori.
 

Costo-Efficacia: L’EPS offre un rapporto costo-prestazioni ottimale. Sebbene possa avere una conducibilità termica leggermente superiore rispetto all’XPS, il suo costo inferiore lo rende una scelta economica per molti progetti, specialmente dove lo spessore del materiale non è un vincolo critico.

Stabilità Termica: Le caratteristiche termiche dell’EPS rimangono costanti nel tempo. La sua struttura a celle chiuse non assorbe acqua, il che significa che mantiene le sue proprietà isolanti per tutta la durata dell’uso, senza degradarsi significativamente.

Prodotti per Isolamento Termico

Accoppiato con Guaina

Tetto Ventilato

Intercapedini

Ponti Termici

Cappotto Interno

Cappotto Esterno

Pavimenti e Solai